Italiangas san salvo
Il ministro Barbara Lezzi a Vasto per parlare del rilancio
Barbara Lezzi
Il sindaco Menna: "Facciamo squadra"
17/12/18

"Vasto è il sud di una regione che deve tornare ad essere la locomotiva del sud dell'Italia. La Zes è una opportunità". A dichiararlo ieri sera prima alla platea che ha riempito la sala Aldo Moro , poi ai cittadini in piazza Rossetti è stato il ministro per il Sud, Barbara Lezzi (M5S). Una opportunità che a giudizio del sindaco Francesco Menna, Vasto non può perdere.

"Invito il ministro Lezzi e ai rappresentanti del M5S a fare squadra", ha detto Menna. "Insieme tutti i politici del Vastese possiamo far si che l'economia di questa città e del suo territorio ricomincino a riprendersi", ha esortato il sindaco facendo gli onori di casa al ministro del Sud.

Al fianco dei parlamentari vastesi, Gianluca Castaldi e Carmela Grippa, del senatore Primo Di Nicola, del consigliere regionale Pietro Smargiassi e della candidata alla presidenza della Regione, Sara Marcozzi, il ministro Lezzi ha incontrato piccoli imprenditori, artigiani e industriali a anche operatori turistici per spiegare cosa è la Zes e quali opportunità può offrire. "Non è l'unica soluzione per il sud e per l'Abruzzo", ha detto. "La politica, le Regioni devono tornare a muoversi. e fare progetti per agguantare i finanziamenti che arriveranno nel 2021. La Zes certo è importante, ma non è la panacea per tutti i mali. La Zes aiuterà il Vastese e l'Abruzzo a ridurre il divario che si è creato negli ultimi anni con altre zone più servite".

Nel corso dell'incontro aperto dal senatore Castaldi, i relatori hanno sottolineato l'avvilimento del territorio negli ultimi anni. "Un esempio è l'autoporto di San Salvo", ha detto il consigliere regionale Pietro Smargiassi. "Quella struttura è una vergogna. Sette anni fa era pronto. In sette anni chi avrebbe dovuto far funzionare la struttura ha permesso che venisse distrutta da ladri e vandali".

L'autoporto grazie alla Zes sarà recuperato così come l'autoporto di Manoppello. I progetti sulla macroarea che otterrà la Zes sono due. Il fulcro è in entrambi i casa Punta Penna. "Un progetto guarda ad Ancona e passa per il porto di Ortona. L'altro progetto (che piace di più ai pentastellati) punta sull'asse Adriatico - Tirreno, Vasto- Civitavecchia passando per Ortona e Pescara e includendo la Marsica e l'autoporto di Manoppello", ha detto Carmela Grippa.

Grazie alla Zes e alla ripresa economica dovrebbero risollevarsi anche la Sanità e l'occupazione. Per Punta Penna è previsto un progetto di rilancio da 15 milioni di euro con l'adeguamento e il potenziamento del bacino e della rete ferroviaria. Collegamenti ferroviari più adeguati e finalmente una viabilità degna del 2019 fanno parte del pacchetto di interventi che il M5S insieme alla Zes prevede per il rilancio del territorio.

"Insieme", ha detto Sara Marcozzi "ad un migliore accesso al credito, innovazione tecnologica , informatizzazione e soprattutto una viabilità che non costringa chi risiede da queste parti o chi vorrebbe investire a scappare".

Paola Calvano

Collegamenti